Home divisorio Altri sport divisorio News divisorioTante gioie per l'Abs Sport nella Città dei Mille

Tante gioie per l'Abs Sport nella Città dei Mille

05/12/2013

Galleria fotografica

Sorrisi e applausi per la scuderia Abs Sport nell’ultimo appuntamento del Lombardia Ronde Cup, la Ronde “Città dei Mille” andata in scena a Selvino. Soddisfazioni in particolare per Marco Paccagnella, affiancato da Davide Bozzo sulla Mitsubishi Lancer Evo IV gruppo N del Team Gma. Il lecchese tornava alle gare dopo diverso tempo e nell’impegnativa Ronde bergamasca ha stupito tutti quanti, andando a conquistare un ottimo sesto posto assoluto e il secondo nella classe N4, a un soffio dal successo. Un podio che ha sorpreso anche lo stesso pilota della scuderia oggionese.

«Sono veramente soddisfatto del risultato ottenuto nella Ronde bergamasca - afferma Marco - Abbiamo lottato per tutta la gara per il primato di categoria, è stato un bel duello con Fabrizio Bianchi fino all’arrivo. Era un po’ di tempo che non battagliavo così, mi ha fatto ricordare le belle sfide che facevo nel trofeo Mitsubishi nelle scorse stagioni. Quest’anno sono rimasto praticamente fermo, rientrare e trovare subito il ritmo gara non è mai facile, ma devo dire che è andato tutto per il meglio. Non pensavo di essere subito competitivo dopo la pausa. Sono contento». Ma a festeggiare nella Ronde bergamasca è stato anche un equipaggio davvero speciale, formato dall’erbese Antonella Gela e dalla brianzola Alessandra Vimercati, iscritte con la Peugeot 106 di FN2 della scuderia Tac Motorsport. Come già successo in altre occasione, le due ralliste si sono alternate alla guida, chiudendo la gara con un bellissimo terzo posto di categoria e il primo nel femminile. Podio che ha assunto un significato particolare, perché ottenuto nel giorno del compleanno di Antonella. E a fine gara è stata festa nelle due scuderie Abs Sport e Tac Motorsport.

Sul podio, al termine di bella rincorsa, anche l’intramontabile Cosimo Palmisano, secondo con Walter Sanvito nella classe FA6 con la Peugeot 106 preparata in casa. «Abbiamo sofferto un po’ sul primo passaggio per avere azzardato le gomme da asciutto – dice Palmisano - scelta pagata con un paio di testacoda. Poi ci siamo ripresi bene e nel finale abbiamo scalato diverse posizioni. Siamo soddisfatti del podio e anche di come si è comportata la macchina con il motore nuovo». Ottima anche la gara dei fratelli olginatesi Roberto e Mariarosa Brambilla, primi nella classe FA5 con la Peugeot 106 rally. Un successo limpido, con quattro affermazioni nelle quattro prove effettuate. Buon anche il rientro alle gare dopo diverso tempo anche di Giuseppe Mozzanica, decimo con Davide Pisati nell’affollata classe R3C con la Renalut New Clio, malgrado qualche scelta di gomme azzardata e l’adattamento alla nuova Clio. All’arrivo anche il navigatore mandellese Maurizio Vitali che in questa occasione ha lasciato le note a Alessandro Devignani, mettendosi alla guida della Peugeot 106, portata al nono posto nella classe FN2.

«Esperienza bellissima – afferma Maurizio – che mi piacerebbe poter ripetere in futuro, rimanendo comunque sempre un navigatore a tutti gli effetti». Per la navigatrice Greta Pandiani c’è stata invece la gioia del terzo posto nella classe FN3, a fianco del veneto Marco Ciardi con la Renault Clio Williams. All’arrivo anche il presidente Beniamino Bianco, navigatore del comasco Matteo Venturi, quinti nella classe FA7 con la Renault Clio Williams. Costretti invece all’abbandono altri tre equipaggi Abs Sport, tutti al via con ambizioni da podio: Andrea Spataro e Claude Ceva si sono ritirati per la rottura del cambio della loro Reanult Clio RS nel corso del primo trasferimento; Danilo Nava e Aldo Brambilla hanno abbandonato la scena per la rottura del differenziale della loro Fiat Punto Kit nel corso della prima prova; Luca Sassi e Maurizio Manghera sono stati costretti al ritiro per la rottura di un braccetto della loro Citroen Saxo nel corso del secondo passaggio.

In collaborazione con a:

Forum in manutenzione per rinnovo del server.