Home divisorio Rugby divisorio News divisorioIl Lecco espugna Parma ed è solo in vetta alla classifica

Il Lecco espugna Parma ed è solo in vetta alla classifica

12/10/2014

Galleria fotografica

Il Lecco vince ancora e si ritrova da solo al comando della classifica con 9 punti, uno in più del Grande Milano e tre in più del Parabiago, le due grandi favorite per il salto di categoria. Il Lecco di mister Damiani è riuscito ad imporsi per 21-16 dimostrando ancora una volta tutte le sue qualità già messe in mostra nell'esordio di sette giorni fa contro il Sondrio.  

A sbloccare il risultato sono tre punizioni, due di Brambilla per i blucelesti e una di Quagliotti per i gialloblu di casa. In vantaggio 6-3, il Lecco allunga grazie alla meta di Scandolara, trasformata dal solito Brambilla, che porta il punteggio sul 13-3. Quagliotti accorcia le distanze su piazzato e prima dell'intervallo il Parma usufruisce di una meta tecnica con successiva trasformazione, mentre per il Lecco è Valentini a mettere palla a terra oltre la linea. Squadre al riposo con i blucelesti avanti 18-13. La ripresa promette battaglia, con il Parma deciso a recupere lo svantaggio, ma il Lecco tiene bene e nonostante l'inferiorità numerica per il giallo incassato da Ziliotto porta a casa il successo. Il definitivo 21-16 viene firmato dai soliti Brambilla e Quagliotti con un piazzato a testa.  

Quella contro Parma è stata una sfida dal sapore particolare soprattutto per l'allenatore bluceleste Damiani, che nel luglio del 2003 salutò Lecco per trasferirsi proprio al Rugby Parma, disputando poi il campionato di Eccellenza nella stagione 2010/11 con la maglia dei Crociati, squadra nata dall'unione di un gruppo del Parma con il Noceto: «è stato molto emozionante perché ho rincontrato molti amici. La cosa più bella però è quella di essere tornato qui con il Lecco ed aver vinto con i miei ragazzi su un campo così importante dove si è scritta la storia del rugby italiano».

Claudio Zubani

In collaborazione con a:

Forum in manutenzione per rinnovo del server.