Home divisorio Calcio divisorio News divisorioBufera sul Missaglia Sportiva: Guarnieri, un anno di squalifica

Bufera sul Missaglia Sportiva: Guarnieri, un anno di squalifica

06/06/2013

Galleria fotografica

È una vera e propria bufera disciplinare quella che si è scatenata sul Missaglia Sportiva all’indomani della sconfitta nella finale playoff. I brianzoli si erano pesantemente lamentati con la direzione arbitrale che aveva influito sulla sconfitta ai supplementari rimediata a Treviglio, ma al danno si è aggiunta la beffa, perché ora il giudice sportivo regionale ha preso pesanti provvedimenti nei confronti dei biancazzurri.
 
Il bomber Enrico Guarnieri, capocannoniere del girone L di campionato ed espulso a Treviglio, è stato squalificato per un anno, fino al 4 giugno 2014: “A seguito di decisione dell’arbitro - recita il comunicato - prima gli pesta un piede, indi lo spinge con entrambe le mani facendolo arretrare. Sfidava il direttore di gara ad espellerlo e alla notifica del provvedimento, con atteggiamento tanto minaccioso da dover essere bloccato dai compagni, tentava di raggiungere nuovamente il direttore di gara. Provocatoriamente si sedeva in panchina e lasciava il terreno di gioco solo dopo varie sollecitazioni”.
 
È di ben quattro giornate la squalifica di un altro espulso, Vincenzo Perego, perché “espulso per gravi e ripetute offese all’arbitro, lasciava il terreno di gioco molto lentamente e, appostatosi dietro la panchina, reiterava insulti per il restante tempo di gara”. Due giornate per gli altri espulsi Vincenzo Brodero, Paolo Corti e Lorenzo Mauri, mentre Yari Brumana è stato fermato per un turno per recidiva in ammonizione.
 
Ma non finisce qui, perché il dirigente Ivan Toni è stato inibito fino al 3 luglio perché “allontanato per offese all’arbitro, si posizionava all’esterno del terreno di gioco da dove reiterava le offese”.
 
Dulcis in fundo, la società Missaglia Sportiva è stata multata con un’ammenda di 150 euro “perché propri sostenitori offendevano ripetutamente il direttore di gara e un calciatore avversaria”.

In collaborazione con a: